RFID, acrononimo di Radio-Frequency Identification, è tra le tecnologie per l'identificazione automatica più utilizzate, grazie ai suoi notevoli vantaggi: il primo tra tutti è la possibilità di memorizzare automaticamente e velocemente dati ed informazioni grazie ai tag RFID, cioè delle particolari etichette da applicare sull'oggetto che si desidera tracciare, e a dei reader RFID, antenne che leggono e memorizzano i dati provenienti dai tag in modo veloce ed automatico. Sempre più utilizzato nella logistica e nella gestione del magazzino, oggi l'RFID si appresta ad essere protagonista in altri, numerosi ambiti applicativi, come la sanità, la produzione ed il retail. 

Voglio saperne di più

RFID

Come funziona l' RFID?

La tecnologia RFID si fonda sulla propagazione delle onde elettro-magnetiche nell'ambiente circostante, permettendo di rilevare in maniera automatica, e a distanza, oggetti e persone, sia in movimento, sia statici.  TAG RFID

Tra i componenti essenziali abbiamo:

Antenna ricetrasmittente

- Trasponder o tag, costituto da un'antenna ricetrasmittente ed un microchip, è applicato sull'oggetto da identiicare; contiene un codice identificativo univoco che non può essere variato

- Terminale RFID: composto da una o più antenne che emettono onde radio e raccolgono il segnale di ritorno dal tag. Questi lettori, collegati a dei computer, interpretano i dati e li rendono disponibili per qualsiasi elaborazione.

Il Chip e l’antenna contenuti in un Tag (montati su una semplice etichetta adesiva o supporto plastico di varie forme e dimensioni), si attivano quando sono nel raggio di azione di un lettore RFID e rispondono inviando la stringa di dati inseriti nella memoria del chip. Il lettore (reader) riceve le informazioni, raccoglie i dati inviati dai singoli tags e li trasmette in modo automatico. 

I tag RFID possono essere di due tipi:

- Attivi: sono i tag dotati di batteria, con un ampio raggio di azione ed un'elevata capacità di memoria. Per fare un esempio, il Telepass è una tipologia di TAG attivo! 

- Passivi: i tag passivi includono, al loro interno, un'antenna, utilizzata per "catturare l'energia" del dispositivo di lettura, hanno un raggio di azione, nonché una memoria, inferiore. 

VANTAGGI....

ll sistema di identificazione automatica più utilizzato al mondo è quello legato alla tecnologia barcode, che ha letteralmente rivoluzionato il mondo in cui viviamo. Rispetto al codice a barre, l'RFID presenta alcuni vantaggi, quali:

- la possibilità di associare un identificatore univoco alle altre informazioni

- la possibilità leggere, scrivere o modificare le informazioni contenute nel microchip

- effettuare le operazioni di lettura anche se il tag non è visibile e si trova all'interno di imballi e confezioni

- lettura di più tag simultaneamente

...e LIMITAZIONI
come lavora RFIDUno dei principali deficit della tecnologia RFID è il costo del TAG, maggiore rispetto a quello della classica etichetta. Inoltre, vi sono delle difficoltà connaturate alla natura della tecnologia stessa: le onde elettromagnetiche creano conflitti con le masse liquide e con le superici metalliche, il che limita gli ambiti di applicazione della tecnologia. 

Benché sia concettualmente semplice, la tecnologia RFId necessita di una seria analisi  effettuata da professionisti con esperienza specifica:i nostri esperti saranno in grado di verificare con voi la fattibilità e l’equilibrio del progetto grazie ad una preliminare analisi gratuita. per questo motivo, vi consigliamo vivamente un contatto preliminare per verificare, gratuitamente, con i nostri esperti la fattibilità e l’equilibrio del progetto. Per approfondire le differenze esistenti tra TAG attivo e passivo, differenziazioni tra TAG attivo e passivo, differenziazioni di frequenza LF, HF, UHF, NFC e propagazione delle onde ortogonali, è disponibile il manuale completo scaricabile a questo link.